Laboratorio Teatrale 11-18 anni - Giorni Felici

Condotto da Tita Giunta e Alan Mauro Vai
scarica il progetto ›


Tita Giunta, attrice e teatroterapeuta, e Alan Mauro Vai, attore, drammaturgo e regista, propongono un percorso teatrale annuale che aiuti a sviluppare nei ragazzi di età compresa tra 11 e i 18 anni, l’amore per le arti e favorire lo sviluppo della creatività. Desideriamo specificare che il progetto è adattabile a qualsiasi tema si desideri trattare nelle diverse classi aderenti al progetto, con ampia flessibilità di tematica e metodologia.

I partecipanti utilizzeranno i linguaggi teatrali per imparare a conoscere le proprie qualità e potenzialità, in modo da sviluppare un profondo senso di fiducia in se stessi. Il progetto intende affidare al Teatro il ruolo di “luogo protetto” dove poter esprimere liberamente se stessi, realizzare i propri sogni e crearne di nuovi, sperimentare i diversi linguaggi del corpo e dell’anima, costruire un’identità forte e priva di condizionamenti in grado di affermarsi positivamente nella società.

Durante il lavoro si presterà particolare attenzione all’attuale vita degli adolescenti, le musiche che ascoltano, gli hobby che praticano, i loro film e libri preferiti, il mondo della scuola e delle amicizie, i loro sogni e desideri per il futuro, esplorando tali temi tramite improvvisazione e creatività fino alla realizzazione di una vera performance da eseguire anche davanti ai genitori.

La seconda parte dell’anno verterà sul confronto fra i giorni nostri e i fantastici anni ‘50, i sogni e i desideri degli adolescenti di quel tempo in relazione a quelli dei giovani d’oggi . Si lavorerà sullo studio di un testo drammaturgico e sulla messinscena di un vero e proprio copione teatrale tratto dal famosissimo film “Grease - Brillantina” diretto da Randal Kleiser, sullo studio del personaggio e del rapporto tra i personaggi.

Amplissime le aree di insegnamento che verranno affrontate: improvvisazione (per stimolare la spontaneità, l’armonia e la percezione), voce e respirazione, azione e reazione, la scoperta degli usi e costumi della società odierna e di quella degli anni ‘50, elaborazione di testi creativi, studio dello spazio scenico, lettura espressiva, studio del personaggio, messinscena di un testo teatrale.